Buonanotte, amore mio ❤

Hai riso tutta la sera per il mio nuovo pigiama, carotina, hai riso così tanto da contagiarmi, e eravamo lì che ci scompisciavamo tutti e due. Abbiamo riso così tanto da sfinirci e cadere addormentati tra le braccia dell’altro.

Sei tra le mie braccia, carotina, e lo sento che lo sai, lo sento da come sei rilassata, lo sento da come respiri. Dormi così tutta la notte, amore mio.

A domani.

Ti amo ❤

A.

Annunci

Il tuo arrivo e la tua partenza.

La prima volta che l’ho visto ho pensato che non sarebbe mai stato dietro a quella mia spontanea, stupida e incontenibile mania di vivere le cose come se fossi una bambina.
Io ero quella che quando si asciugava i capelli con il phon faceva finta di trasformarmi in un Super Sayan e di incazzarmi a morte perché Freezer aveva ammazzato il mio amico Crilin, e ci mettevo un sacco di tempo a farmi la doccia perché mi divertiva un sacco rimanere sotto il getto a braccia conserte, e aspettare che l’acqua riempisse gli incavi formati da braccia e petto, per poi mollare le braccia di colpo e sentire il sonoro splash dell’acqua raccolta.
Quando l’ho visto la prima volta ho pensato che non ci sarebbe stato dietro alle mie cazzate, al mio saltare a piedi uniti tutti i cigli dei marciapiedi, il mio scegliere il muretto basso che costeggiava la strada e percorrerlo in equilibrio passo dopo passo, lui è stato l’unica cosa dopo un sacco di tempo che sia stata in grado di farmi perdere l’equilibrio per un attimo, nonostante fossi fermamente convinto che non l’avrei di certo conquistato facendo finta di gonfiare i muscoli ad ogni boccone di spinaci.
Eppure qualcosa ha funzionato.
Ha funzionato il fatto che io sapessi dirgli senza difficoltà quanto mi piacesse, come fanno i bambini, e gli prendevo la mano e me la mettevo sulla guancia, e ha funzionato il fatto che ogni volta che noi rientravamo in casa facessimo il giro di tutte le stanze alla ricerca dei mostri sotto al letto o dietro le tende, rimanevo sulla soglia in attesa che lui sbucasse dalla cabina armadio e mi dicesse “okay, puoi entrare”, gli piaceva che io non lo baciassi sempre sulla bocca, ma su tutta la faccia, perché mi sembrava assurdo e ridicolo baciare una sola parte di lui, lo volevo tutto, mi sembrava uno spreco non baciarlo almeno venti volte in venti punti diversi di quel viso che quando sorrideva sembrava più grande, lui era l’unico che quando sorrideva faceva un buon odore, quando sorrideva in quel modo che gli si arricciava leggermente il labbro superiore scoprendo i denti bianchissimi io facevo la voce del pilota di un 747 che chiamava i soccorsi perché vi giuro che quando lui faceva così, gli aerei dirottavano.
Finchè lui non ha smesso di salire sul muretto insieme a me, ma preferiva camminare a passo spedito e in quel momento ero si più in alto di lui, ma più distante, troppo.
Finchè era io a prendere le chiavi dalla borsa e a girarla nella toppa con una sicurezza estrema, e a entrare in casa senza neanche accendere prima l’interruttore della luce più vicino, fregandomene dei mostri che avrebbero potuta divorarmi in tutta quell’oscurità, e io ancora adesso mi ritrovo sempre a tendere l’orecchio mentre mi faccio la doccia e faccio l’ennesimo splash, in attesa che arrivi lui a bussare forte dicendomi che ho rotto il cazzo e che consumo troppa acqua.
Mi manca un sacco.
Io che sicuramente avevo un problema di crescita in tanti atteggiamenti, ma allora quanto poteva essere grande il problema mentale di chi, si limitava a baciarlo solo sulla bocca?
Quant’è grave il problema di chi rimane in piedi quando lui sorride?
Mi manca così tanto che mi asciugo i capelli in due minuti netti, e spesso in quei due minuti spengo il phon e rimango in ascolto, per paura di essermi persa il suono del campanello e di lui che torna e io rimango sulla soglia ad attendere la conferma che sotto il letto non ci siano mostri.

Io Gwen Peter Pan 💜

Orgoglio maschile

Dicono che si è veri uomini
se si fa stare la propria donna a casa;
se ci si fa obbedire;
se si batte i pugni sul tavolo;
se si ha l’ammirazione degli altri uomini.

Vi sentite per questo leoni ma se avete bisogno di stare nel vostro gregge siete solo pecore.

Io dico che essere veri uomini vuol dire
vedere la donna che amo crescere secondo la sua natura;
vederla libera ed indipendente da me;
fregarsene delle malelingue, invidiose della nostra felicità;

Il mio orgoglio è soprattutto sapere che quando lei sorride io c’entro qualcosa.

A.

Ti sposerò ❤

TI SPOSERÒ PERCHÉ

Ti sposerò perché hai imparato quanto tengo all’ultimo boccone, ma mi viene comunque da darlo a te per vederti brillare gli occhi.

Ti sposerò perché sei l’unica persona con cui io sia mai riuscita ad addormentarmi stando abbracciati e perché trovi perfino bello che io dorma come una stella marina confinandoti in un angolo del letto.

Ti sposerò perché da quando stiamo insieme non abbiamo mai dormito una notte separati e all’idea di doverlo fare mi manca l’aria. Perché abbiamo deciso di non andare mai a letto col broncio e non l’abbiamo mai fatto. Perché quando mi sveglio in piena notte e tu ti sei alzato per far pipì, mi manchi già.

Ti sposerò perché anche quando ti mando affanculo sai che non ci credo davvero e mi scappa subito un sorriso.
Perché mi hai dato la gioia di diventare madre, due volte.

Ti sposerò perché mi sopporti e supporti, insegnandomi ogni giorno ad essere una madre e una donna migliore.
Perché colori i miei bui e mi hai insegnato a ballare sotto la pioggia mentre io a volte piangevo sotto il sole.

Ti sposerò perché sei un padre eccezionale e il miglior compagno che potessi desiderare, ma so che resterai sempre il mio amante e il mio ragazzo.

Ti sposerò perché hai la tua vita tatuata addosso e la porti con orgoglio anche nei suoi errori.Perché hai più compulsioni di me e questo mi fa sentire normale.

Ti sposerò perché non mi ameresti di più se io fossi una principessa e perché vestito da sposo il principe sembri tu, anche se di quello non te ne frega niente.

Ti sposerò perché sei l’unico socio che voglio per sempre, nella vita, nell’arte, negli affari.

Io ti sposo e se anche tu sposerai me (perché questo fatto che non metterò i tacchi ti fa temere la mia fuga), tu sarai il mio re e io mi sentirò la tua regina.

Gwen 💜

Io ti sposerei perché quando ti siedi sulle mie gambe io non sento il tuo peso.

Io ti sposerei perché chiacchieri tanto ma sai raccontare le cose, e non perdi mai la mia attenzione.

Io ti sposerei perché sei donna matura e responsabile ma anche bambina giocattolona.

Io ti sposerei perché con te posso guardare l’arte.

Io ti sposerei perché saresti una perfetta madre per i nostri cuccioli.

Io ti sposerei perché nessuna mai mi ha scritto cose bellissime come le tue, e così tante.

Io ti sposerei perché avrai anche dei difetti ma, cazzo! non sono ancora riuscito a vederne uno!

A. ❤