Sono una neonata a volte…

A volte sono una neonata che ha bisogni.

Sono solo bisogni, tutta bisogni.
Voglio essere amata senza misura.
Se no strillo.
Come una neonata gelosa.
Voglio essere amata senza misura.
Voglio essere io quella per cui il tempo si trova sempre.
Voglio essere io quella per cui saltano tutti gli appuntamenti.
Per cui il traffico scompare.
Per cui si trova spazio tra le cose da fare in una giornata.
Vorrei vorrei vorrei vorrei vorrei vorrei vorrei.
E poi rimango senza fiato.
Non è giusto!
Gwen💜

Sono fiero di te 

Sono fiero di te, per le parole che hai appena scritto, per la persona che sei, per la donna che sei, per il tuo lato bambino ancora intatto, per la tua dolcezza, per la tua forza, per la tua energia, per la tua umanità che ti rende a volte fragile ma immensamente bella e degna d’amore. 

Sono fiero di te per il tuo spirito, per la tua curiosità, per la tua apertura mentale, per il tuo aspetto fisico (sì, amore mio, sei bellissima, ed io sono fiero quando posso girare con te al mio fianco), per il tuo gusto eccentrico ed eclettico nel vestirti. 

Io sono fiero di te, Veronica, amore mio. 

❤ 

Età giusta…

Credo di avere l’età giusta per dire finalmente ciò che penso, ho fatto a braccio di ferro con la vita, a volte perdendo e altre pareggiando. 

Ho concretizzato sogni e distrutto chimere, mangiato pane e fiele, sorrisi e pane.
Ho ingoiato lacrime di orgoglio, affrontando a testa alta e timore nel cuore, quello che la vita ogni giorno mi proponeva.
Qualcuno mi ha chiamata “una macchina da guerra con i girasoli”.
La solitudine mi ha sbranata come bestia sulla vittima, sono risorta accarezzandola, facendo di lei, la mia fedele compagna.
Ho vinto? Ho perso? Ho dato? Ho avuto? Non lo so, oggi non è un problema.
Ma credo fermamente di avere l’età giusta per dire la mia ed evitare come si evita la peste, le persone che ti piombano addosso solo per succhiarti energia e anima.
Ho quell’età dove non si può tornare indietro, ma si può ancora godere a piene mani di ogni sfumatura che sfugge alla giovinezza.
Voglio apprezzare e amare quella che oggi sono, senza ma e senza se.
Sono unica come lo è ognuno di noi e come ognuno dovrebbe sentirsi.

Gwen💜

Prova ad immaginare …

Prova ad immaginare di essere un albero d’inverno, con i tuoi rami secchi tesi al cielo, spogli di qualsiasi foglia. Dentro di te tutto è fermo, tutto è vuoto, la linfa scorre sì ma lenta, giusto quel tanto che serve per tenerti vivo. Sei spento.
Riesci ad immaginare queste sensazioni? Sì? Bene.
Adesso immagina di sentire all’improvviso, inaspettatamente, la tua linfa accellerare sempre più, lungo il tuo tronco, lungo i tuoi rami, fino alle loro punte più lontane, scorrere così forte e potente che ruggisce dentro di te.
Immagina ora di gemmare, sulle tue braccia, sul tuo corpo, sulla tua testa, nella tua mente … sentiti gemmare, sentiti mettere le foglie e poi i fiori … è una sensazione potente, una specie di orgasmo, ed è continua.

È la primavera. 

È Veronica. 

A.

2:15

La vostra Gwen….è appena tornata da una giornata passata in famiglia…a Rainbow Magicland! E non potevo dimenticarmi di voi…e per questo ecco qualche foto per voi!

Ora è ora delle ninne!

Buonanotte belli miei!

Gwen💜