Buonanotte ❤

… e dopo aver fatto il bagno assieme ci impigiamiamo ma siccome siamo tutti e due birbi e monelli ci stuzzichiamo a vicenda toccando, baciando e abbassando gli indumenti dell’altro … chissà che ora faremmo ogni notte 🙈 Sempre che poi dormiamo … 😋😎 Eh sì, ho proprio voglia di sprimacciarti come un cuscino, piccola mia! 😍❤

Ti amo ❤

A.

Annunci

Raccontarci … ❤

Raccontarci la giornata così, e lasciarci andare alla stupidera, e ridere e giocare, e farci gli scherzi con la schiuma e con l’acqua, e stringerci forte e baciarci …

Ti amo ❤

A.

E se … ? ❤

– E se dormissimo così?

– In piedi?

– Sì, tanto è buio, no?

– E se cadiamo?

– Cadiamo? Noi? Ma nooooo! Noi ci amiamo! Non ci lasceremo mai cadere!

(In questa storia non importa chi dice cosa perché noi ci amiamo.)

Buonanotte, amore mio ❤

Ti amo ❤

A.

E adesso la buonanotte ❤

Svegliarsi nel cuore della notte e trovarti ancora addormentata sul mio petto, con una tua mano sotto la mia maglia, sulla mia pelle. Non ti vedo nonostante la penombra, dovrei girare la testa, ma non voglio rischiare di svegliarti con il mio movimento. Chiudo gli occhi. Tutto è perfetto. Sorrido.

Ti amo ❤

A.

Eh … 🙈

Avevo promesso di essere più presente sul blog, anche se con testi brevi, per riavviarmi in attesa dell’effetto volano … E invece … Sembra di essere sull’ottovolante: non fai a tempo a superare un giro della morte che subito ti si para davanti quello successivo. E così eccomi qui, in tarda serata, a scrivere qualcosa che non sia già la buonanotte, un po’ per mantenere la promessa, un po’ per rompere il circolo vizioso(?), un po’ per amor proprio. Poche righe di nessuna importanza il cui unico scopo è dare un metodo, un ritmo, come la paginate di A o di B che facevamo in prima elementare, per poter arrivare a scrivere frasi, testi, poesie. Per riuscire a ritornare a farlo.

A.

Una buonanotte ❤

Vorrei accoglierti al tuo ritorno saltellando felice, un po’ Arlecchino, un po’ cagnone, ma silenzioso come un mimo e sorridente come un clown. E poi ti porterei a letto abbracciandoti, un po’ papà protettivo, un po’ figlioletto bisognoso. Ti farei dormire tra le mie braccia per colmare il mio cuore, perché solo così si placherebbe e mi lascerebbe raggiungerti nei sogni.

Ti amo, Veronica ❤