Tecnica Kintsugi

Quando i giapponesi riparano un oggetto rotto , ne valorizzano ogni singola crepa attraverso un procedimento sofisticato che prende il nome di “tecnica Kintsugi”, questa tecnica prevede la riparazione di vasellame rotto, attraverso l’unione di cocci con una resina mista a oro, argento o platino.
Il significato di questa tecnica è molto profondo. Secondo i giapponesi infatti, il vaso rotto e riparato con quelle venature dorate starebbe a significare la vita ed i cambiamenti che essa porta con sé. La vita in effetti, non è mai lineare ma anzi presenta sempre delle spaccature, delle scissioni, che ci portano a compiere nuove azioni e intraprendere nuovi percorsi. E proprio come noi siamo fieri e orgogliosi di aver superato con successo delle difficoltà, anche il vaso è fiero di mostrare i segni di ciò che ha superato con fatica.
Se mentre noi europei diciamo “un vaso rotto non sarà mai come prima”, i giapponesi dicono “un vaso rotto sarà più bello di prima”.
Una visone molto più ottimistica della nostra.

Annunci

26 pensieri riguardo “Tecnica Kintsugi

  1. Eccolo. È proprio così, un oggetto rotto e riparato diventa unico nelle sue ferite.
    È una filosofia che abbraccio con forza, un valore aggiunto ai giorni che passano e alle esperienze. Una tecnica affascinante.
    Se vuoi e se non sono invadente, posso mandarti una foto dei miei pezzi.
    ciao, bello averti incontrata. Sei un’anima leggera ❤

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...