Occhi pieni di me

Lei, aveva nello sguardo qualcosa come il lieto fine di una storia. Veniva da chiedersi a cosa serviva, lo spazio, al di là dei suoi occhi. A nulla, magari; perché bastava guardarla per avere la certezza invalicabile di essere giunti al proprio posto. E non c’era di certo da farsi domande, né d’aspettarsi risposte da un altro destino, dacché era già tutta lì, la quantità brulicante di luoghi, e di cose, che il tempo o il caso potevano offrire. L’unica cosa che restava da fare, là, davanti a quegli occhi, più che ascoltare, era ascoltarsi. Perché quel silenzio iridato, in maniera sorprendente e virtuosistica, osava suonare le corde del sentimento…’

Gwen💜 (si sono un panda🐼)

Annunci

Non sapete cosa fare per cena?

…la Gwen vi suggerisce!

Allooora…una ricetta semplice e facile…che sicuramente fa gola anche ai bambini!

Ecco qui la foto

Wurstel impanati!😉

Ingredienti:

8 Wurstel  (ma io ne ho usati 4 tagliati a metà!)

Farina 00

Pangrattato 

2 uova (ma io ne ho usato 1)

Sale e pepe

Dovete sbattere l’uovo con il sale e il pepe (io ho messo anche paprika😉)…dopodiché passare i wurstel nella farina…poi nell’uovo e infine nel Pangrattato…! Friggete in abbondante olio caldo…e servite…!

Gnammy ! Buon appetito a tutti!😊

Io e Andrea partiamo 

Si…andiamo su quelle magnifiche spiagge dal mare blu cobalto e la sabbia bianca e finissima…! Andiamo a ballare in spiaggia e a fare l’amore sotto le stelle…si e  magari anche ad aspettare l’alba perché no!

Gireremo qui e lì…io in un vestito bianco leggiadro e svolazzante…con dei sandali azzurro cielo…e un enorme cappello che mi para dal sole e lui short e maglietta color del sole…e un capello di paglia…!

Girovagheremo a scoprire le bellezze ma poi ci fermeremo in un angolo dalla vista mozzafiato e guardandoci negli occhi capiremo che la bellezza è nel nostro sguardo…

Non scriveremo nulla…e non scatteremo foto…perché tutto rimarrà nella nostra mente…impresso e i nostri occhi avranno rullini infiniti e le nostre bocche poche parole…ma tanti sorrisi…

I nostri corpi parleranno una lingua nuova…e diversa…nessuno ci capirà…ma ci basteranno le nostre presenze!

Partiremo per il viaggio più bello che c’è!

Hola!

Gwen💜

Occhio del ciclone

Quanto è strana la vita. Imprevedibile, sorprendente, bella fondamentalmente. 

Non c’è mai nulla di scontato, mai uno scorrere banale e pronosticabile, ti soffia addosso e capovolge progetti, idee e pianificazioni.
Persone che entrano, persone che escono, ognuna lasciando un segno, una carezza o una cicatrice. Ma resteranno indelebili ugualmente.
E, magari, tra le tante ci sarà quella che tornerà a farti pensare ‘ne vale la pena’ in maniera sincera.
Accogliamo la vita, lasciamola entrare. Potrà fare male, molto male. Ma potrà anche fare un bene che nemmeno immaginiamo.
È come un uragano e, spesso, vivere nell’occhio del ciclone si rivela un’avventura fantastica, di quelle che milioni di parole non basterebbero per descriverla, di quelle che si possono solo vedere, osservare e sentire in prima persona.
Gwen💜

(E io adesso vorrei essere qui con te)

Le donne DONNE

Ci sono le Donne. E poi ci sono le Donne Donne. E quelle non devi provare a capirle, sarebbe una battaglia persa in partenza. Le devi prendere e basta. Devi prenderle e baciarle, e non dare loro il tempo di pensare. Devi spazzare via, con un abbraccio che toglie il fiato, quelle paure che ti sapranno confidare una volta sola, una soltanto, a bassa, bassissima voce. Perché si vergognano delle proprie debolezze e, dopo avertele raccontate, si tormenteranno – in un’agonia lenta e silenziosa – al pensiero che, scoprendo il fianco, e mostrandosi umane e fragili e bisognose per un piccolo fottutissimo attimo, vedranno le tue spalle voltarsi ed tuoi passi allontanarsi. Perciò prendile e amale. Amale vestite, che a spogliarsi son brave tutte. Amale indifese e senza trucco, perché non sai quanto gli occhi di una donna possano trovare scudo dietro un velo di mascara. Amale addormentate, un po’ ammaccate quando il sonno le stropiccia. Amale sapendo che non ne hanno bisogno: sanno bastare a sé stesse. Ma, appunto per questo, sapranno amare te come nessuna prima di loro.

Gwen💜

Non sono più la stessa?

Ti dicono non sei “più la stessa, sei cambiata”, ma non sanno niente di te. Non sanno delle volte in cui sorridi invece di piangere. Di quando stringi i denti invece di crollare. Di quando resti in silenzio anziché urlare. Non sanno niente di te, ma ti giudicano, parlano della tua vita, la toccano con le mani sporche. La calpestano. Senza rispetto. Senza attenzione. Senza sapere.

Gwen💜

Battisti…

Puo’ darsi che io non sappia cosa dico 

scegliendo te, una donna, per amico 

ma il mio mestiere è vivere la vita 

che sia di tutti i giorni o sconosciuta 

Ti amo forte e debole compagna 

che qualche volte impara e a volte insegna! 

L’eccitazione è il sintomo d’amore 

al quale non sappiamo rinunciare 

Le conseguenze spesso fan soffrire, 

a turno ci dobbiamo consolare 

e tu, amica cara, mi consoli 

perché ci ritroviamo sempre soli 

Ti sei innamorata di chi? 

Troppo docile, non fa per te! 

Lo so, divento antipatico 

ma è sempre meglio che ipocrita… 

D’accordo fa’ come vuoi 

i miei consigli mai 

Mi arrendo, fa’ come vuoi 

ci ritroviamo 

come al solito poi 

Ma che disastro, io mi maledico! 

Ho scelto te, una donna, per amico 

ma il mio mestiere è vivere la vita 

che sia di tutti i giorni o sconosciuta 

Ti odio forte e debole compagna 

che qualche volte impara e troppo insegna!
L.Battisti