Pubblicato in: Senza categoria

Buonanotte, gente …

… sentite, facciamo una sorpresa a Veronica domani mattina … tutti voi le scrivete il buongiorno a commento di un post che volete … ma siate numerosi! Anche voi timidoni che leggete ma non commentate mai! Muovete i ditini domattina! Eh? Gliela facciamo questa sorpresa? Promesso? Grazie! 😍

Adesso notte notte a tutti e a ciascuno di voi. 😚

A.

Pubblicato in: Senza categoria

Guardati!

Vai davanti ad uno specchio! Guardati! Guarda il tuo volto! È il volto di una donna che ama! Che ama alla follia! Che ama in un modo che gli altri non capiscono. 

Sii fiera di te stessa! Sii fiera di quello che fai! Di quello che hai fatto! Sii ferocemente fiera di te stessa! Ma non perché io sono fiero di te (e lo sono, enormemente!), ma perché quello che fai è eroico, titanico, immenso! 

A.

Pubblicato in: Senza categoria

Non sempre è facile

Di innamorarsi sono capaci tutti..di amare no..

Amare è un’altra cosa.. È alzarsi le maniche..lottare e farcela..

È prendersi cura di lei..mettere la sua felicità prima della tua..

Magari è anche avere il coraggio di lasciarla andare perché sai che con te è come un uccello in gabbia..

E allora tu decidi di aprirla..quella gabbia.. Amare è chiedere scusa.. Mettere l’orgoglio da parte quando magari non è nemmeno colpa tua..ma tu chiedi scusa lo stesso perché non vuoi perderla..

Amare è farla sentire bella anche con i suoi chili di troppo..le smagliature o le sue insicurezze..

Innamorarsi è una capacità che hanno tutti..amare invece no..

Quello bisogna impararlo..

Gwen💜

Pubblicato in: Senza categoria

La mia estate…

Una volta, l’estate per me iniziava in un momento preciso. Era annunciata da un segnale: il suono della campanella di uscita dell’ultimo giorno di scuola. 

Ho nostalgia di quel suono.

Perché era diverso da quello di tutte le altre campanelle dell’anno. Aveva in sé la magia dell’attesa. La leggerezza dell’entusiasmo. La certezza di una promessa. La sincerità del mare. L’imprevedibilità delle onde. La freschezza del gelato. Il sapore dei semi d’anguria. 

Aveva in sé la voglia d’amore, quando l’amore faceva ancora troppa paura, ma la voglia era di più.
Quando cresci, invece, l’estate diventa prepotente, a tratti insopportabile: il sole che acceca lo sguardo, il caldo che affanna il respiro, la solitudine della città. Non senti più alcun suono: non ci sono campanelle che ti vibrano dentro d’adrenalina. Solo silenzio, troppo silenzio: quello dell’asfalto bollente e delle notti afose. Quando cresci la paura supera la voglia, l’abitudine diventa stanchezza. E l’amore rischia di confondersi all’abitudine.

Sarà che quando cresci inizi a mangiare l’anguria col coltello e butti via i semi. 

E ti perdi il sapore dell’estate.
O forse no.

Sarà che io, seppur cresciuta, non voglio arrendermi. 

Sarà che spero non debba essere per forza così.

Sarà che, il bello di una regola, è proprio trovare l’eccezione. 

Sarà che mi è venuta un’improvvisa voglia di semi di anguria tra i denti. 

Sarà che magari, a pensarci bene, i tuoi baci ancora mi vibrano dentro, proprio come il suono di quella campanella. 

Sarà che l’estate è un modo di essere. E stavolta voglio esserlo. Quest’anno la mia estate inizia da me. Inizia da noi.

Allora vieni qui, adesso. Baciami, vibriamo sottopelle. Sarà quello il momento: il nostro segnale. 

Quest’estate non può più aspettare.

Gwen💜