Buonanotte vita mia…

….a domani!

Ti amo immensamente ❤

Gwen💜

Annunci

Perché la fede va sull’anulare?

Perchè la fede si mette all’anulare? Ci sono diverse spiegazioni, quella religiosa, quella della nonna e mille altre ma in effetti, leggendo questa teoria cinese, mi è sembrato di scoprire finalmente la verità. Se provate a seguire le indicazioni qui di seguito, capirete perchè la fede nuziale deve andare proprio su quel dito.
Secondo una leggenda cinese, ogni dito rappresenta delle persone speciali che fanno parte della nostra vita:

 – Il pollice rappresenta i genitori.

– L’indice rappresenta i fratelli, sorelle e amici.

 – Il dito medio rappresenta te stesso.

– L’anulare rappresenta il tuo coniuge.

 – Il mignolo rappresenta i tuoi figli.

 Ma ecco cosa dobbiamo fare per capire praticamente perchè la fede deve essere messa al quarto dito, l’anulare.
Unisci le tue mani, palmo contro palmo, poi unisci un dito medio all’altro facendo in maniera che essi puntino verso te.

 Ora tenta di separare in maniera parallela i pollici (genitori), noterai che si separano perchè i tuoi genitori non sono destinati a vivere con te sino alla tua morte, unisci le dita nuovamente.

 Ora fai lo stesso con gli indici (fratelli, sorelle e amici) anche essi si separano perchè loro se ne vanno ognuno alla ricerca del suo destino, unisci nuovamente le dita. Ora tenta separare i mignoli (figli) anch’essi si separano perchè i figli crescono e quando possono farcela da soli se ne vanno, unisci nuovamente le dita.

 Ora prova a separare gli anulari (coniuge) e ti sorprenderai quando non riuscirai assolutamente separale. Questo è dovuto al fatto che una coppia è destinata a stare assieme sino a l’ultimo giorno della vita, è per questo che la fede si usa nel quarto dito.

Gwen💜

Avviso ai nuovi lettori 

Allora … vediamo di chiarire una cosa: su questo blog Veronica ed io ci scriviamo ciò che ci pare e piace; è una specie di diario, dove ci raccontiamo e ci sfoghiamo. Siccome nessuno è obbligato o tenuto a leggerci, se non vi piace quello che scriviamo non dovete fare altro che spostare la vostra attenzione sulle altre centinaia di migliaia di blog invece che annoiarci con i vostri non richiesti giudizi.

Andrea

Ti amo sempre

Non è vero che quando m’incazzo cambio idea.

Io ti amo anche quando m’incazzo, ti amo quando mi chiedi mille volte cos’ho e non ho niente, ma tu me lo richiedi, allora mi viene davvero qualcosa e allora mi chiedi cos’ho e davvero ho qualcosa e in quel momento ti vorrei stritolare ma fa niente, io ti amo lo stesso.

Ti amo quando mi lasci comandare e quando provi a controbattere, cioè davvero fai pure la voce grossa, ma con me? Ma sei serio?! Pensi davvero che io ti lasci vincere? E per questo ti amo, ma sbattimi pure al muro qualche volta e fai quello che ti pare, lo sai che ti amo quando lo fai.

Ti amo quando mangi un biscotto e me ne dai un pezzo, quando ti accorgi che ti sto fissando i lucciconi e interrompi il discorso per dire “ok va bene”.

Ti amo quando esci dalla doccia tutto spettinato e quando provi a sistemarti i capelli e io alla prima occasione li scompiglio, perché così sei più bello, perché quando siamo a letto i tuoi capelli sono sempre scompigliati e allora quell’immagine che ho di te la notte, voglio rivederla anche durante il giorno.

Ti amo quando provi a leggere quello che scrivo mentre lo scrivo, anzi no ti odio eccheccazzo ma lo sai che mi dà fastidio ma perché lo fai?!

Comunque dicevamo?

Ah si, che ti amo.

Ti amo quando mi baci la testa dall’alto dei tuoi 800 metri, ti amo quando mi compri quei biscotti che non voglio in casa perché lo so che me li mangio tutti subito, ma tu me li compri e alle 2 di notte quando ho fame è fantastico avere quei biscotti.

Ti amo quando ti chiedo dove sei e mi dici “amore finiscila di spiarmi dalla lente degli occhiali!!”

Ti amo quando mi stritoli e mi baci con la barba, anche se a volte bestemmio perché mi baci un occhio, è lo stesso, io ti amo.

Io ti amo sempre.

Andrea io ti amo sempre….

Gwen💜