Dormi, piccola mia ❤

Lo so, amore mio, so cosa ti tortura l’anima. So molte cose. La tempesta mi ha parlato, impietosamente, in tutti questi mesi che ci conosciamo, ma non è mai riuscita a spaventarmi abbastanza, per quanto abbia fatto la voce grossa e urlato e minacciato, e se a volte sembro stanco in realtà sto diventando più forte. Niente mi farà arretrare, mai, neppure di un passo. Ti amo ora e ti amerò perché tu vali, perché io a te non rinuncio.

Dormi, amore mio, perché voglio venire nei tuoi sogni e fare l’amore con te, l’amore dolce, fino a farti piangere di gioia, un pianto che calmi le tue ferite almeno per un po’.

Ti amo ❤

A domani ❤

A.

Ninne time! 😪❤

Mettiti tra le mie braccia, con la testolina sul mio petto ed i piedini freddi tra le mie gambe. Fammi dormire annusando i tuoi capelli, sentendo il tuo calore e la tua morbidezza, i tuoi scatti nel sonno perché ti senti toccata. Voglio svegliarmi domattina con la tua bavetta che mi ha penetrato il pigiama fino a bagnarmi il petto. Voglio addormentarmi e svegliarmi con addosso le nostre piccole, meravigliose quotidianità.

Ti amo ❤

A.

Buongiorno amore!

Lava la mia memoria sporca in questo fiume di fango, con la punta della tua lingua puliscimi dappertutto, e non lasciare la minima traccia di tutto quello che mi lega e mi stanca. Scaccia, localizzala in me, è solo in me che vive, e quando l’avrai in mira con il tuo fucile non ascoltarla se t’implora. Sai che deve morire di una seconda morte, allora uccidila… ancora. Piangi, l’ho fatto prima di te e non serve a niente… allora brucia, brucia quando sprofondi nel mio letto di ghiaccio, il mio letto come la banchisa che si scioglie quando mi allacci. Più niente è triste più niente è grave se ho il tuo corpo come un torrente di lava.

Gwen💜