Basta scuse!

Basta con tutte queste scuse del lavoro, del tempo che non si ha, basta dire sempre “ti capisco non preoccuparti!”
Chi davvero tiene a voi, il tempo lo trova, a costo di non mangiare, a costo di dormire anche solo 5 minuti pur di venire da voi.
Un uomo se vuole a piedi percorrerebbe milioni di chilometri pur di raggiungere chi ama. Tutti quelli che si nascondono dietro problemi insormontabili… sono solo scuse.

Ti amo❤

Gwen💜

In un prato

Incontriamoci in un prato, amore mio, e portiamoci la nostra primavera, con le nostre poesie, le nostre storie, le nostre risate, le nostre lacrime. Facciamolo fioriere dei nostri colori e delle nostre idee, e poi baciamoci prima di addormentarci.

Ti amo ❤

A.

Cena e dopocena ❤

Sai, a volte ci immagino a preparare assieme il pranzo o la cena, e tu mi sei accanto che, paziente, mi insegni a cucinare qualcosa di più complesso di quello che preparo di solito, e ridi divertita della mia goffaggine. Dio, che bello averti attorno a me sorridente 😍

Ecco! Siccome è ora di andare a letto voglio sognare proprio questo: noi che cuciniamo assieme e ridiamo ❤

Ti amo, meravigliosa creatura ❤

A domani.

A.

Mi asciughi i capelli?

Stasera, è una bella serata….a parte la stanchezza entrambi siamo felici, con il sorriso…

Tu sei di la a preparare una tisana, ed io ne approfitto per lavarmi i capelli e infilarmi il pigiama…

Chissà se dopo ti va di asciugarmeli e spazzolarli…mentre mi racconti della tua giornata…ed io ti sorrido e tu lo vedi dallo specchio davanti a noi…

Mi piace ascoltarti, mi calma….

E allora mentre ci sorridiamo a vicenda, sorseggiando la nostra tisana, ascoltando l’uno e poi l’altro…andiamo incontro alla buonanotte….

Buonanotte amore mio❤

A domani

Gwen💜

50 sfumature di grigio spiegate a papà!

– Verò, ma di che parla sto film, che lo nominano tutti?
– Quale, papà?
– 50 sfumature di grigio.
– Ah.
– È la storia di un pittore?
– Sì… un pittore daltonico.
– In che senso?
– Uno che siccome ha una malattia strana che gli impedisce di riconoscere i colori dipinge tutto con il colore di grigio.
– Ah… Ecco perché 50 sfumature!
– E certo, hai presente i fumetti in bianco e nero?
– Tipo Dylan Dog?
– Sì, bravo, quelli. A volte per ricreare le sfumature, i giochi di luce, la profondità eccetera usano tante tonalità diverse di grigio.
– 50 tonalità diverse.
– Di meno. Un po’ di meno, ché Dylan Dog lo leggono anche i bambini.
– E che c’entra?
– C’entra, c’entra, pa’.
– Va bene, stasera me lo vedo.
– No, che ti vedi, che ti scocci! I pittori sono tutti noiosi.
– Ma no, che dici, Dalì ha avuto una vita ardimentosa.
– Uhm, beh, sì, ma non…
– E la storia di Van Gogh è pazzesca.
– 50 sfumature di giallo, tipo.
– O di blu, sì.
– Va bene, pa’, allora veditelo. Però guardalo da solo, ché questo è uno di quei film… che vanno capiti, insomma. Ti devi concentrare.
– No, che da solo, ce lo vediamo con mamma.
– Eh!
– Eh? In che senso?
– Niente pa’, lascia perdere. Buona visione!
– E tu dove vai?
– Mangio fuori?
– E che mangi?
– Quello che voglio.
– 50 sfumature di pizza?
– Papà!

Gwen 💜