Il mio preferito….Egon Schiele

 

 

Egon Leon Adolf Schiele, meglio conosciuto come Egon Schiele (Tulln an der Donau ,   12 giugno 1890 – Vienna 31 ottobre 1918), è stato un pittore e incisore austriaco.

Il suo lavoro è noto per l’intensità espressiva, l’introspezione psicologica e la comunicazione del disagio interiore attraverso i suoi numerosi ritratti. I suoi soggetti sono spesso uomini e donne che posano nudi, simbolo del suo complesso rapporto con il sesso femminile; corpi contorti, figure spesso non completate nella loro interezza; ritratti e molti autoritratti. Nel suo corredo creativo si trovano inoltre alcune poesie e sperimentazioni fotografiche.

Una sua poesia…a me cara :

Sera bagnata

Ho voluto ascoltare
la sera respirare fresca,
gli alberi neri di temporale-
dico:gli alberi neri,di temporale-
poi le zanzare,lamentose,
i ruvidi passi di contadini,
le campane echeggianti lontano.
Volevo sentire gli alberi in regata
e vedere un mondo sorprendente.
Le zanzare cantavano come fili metallici in paesaggio invernale,
ma il grande uomo nero ruppe loro i suoni delle corde.
La città eretta stava davanti a me fredda nell’acqua.